XIX secolo, Coppia di candelabri a obelisco, Ceramica e bronzo

XIX secolo, Coppia di candelabri a obelisco, Ceramica e bronzo

XIX secolo

Coppia di candelabri a obelisco

Ceramica e bronzo, cm alt. 65

XIX secolo

Coppia di candelabri a obelisco

Ceramica e bronzo, cm alt. 65

 

I due candelabri in esame sono un esempio della raffinata produzione ceramica ottocentesca. Il corpo dell’obelisco e la base sono in ceramica bianca decorata con racemi floreali e fogliacei lungo il corpo in alzato, mentre la sommità, i profili della base quadrata e gli elefanti sono fusi in bronzo.

Il modello dei due ornamenti richiama l’obelisco della Minerva con l’elefantino di Bernini nell’omonima piazza romana. L’obelisco in questione è uno dei nove obelischi portati durante le campagne romane in Egitto a Roma, collocato nella piazza dove sorge la basilica di Santa Maria sopra Minerva, una delle più antiche basiliche paleocristiane della città. L’intero complesso monumentale è popolarmente noto anche come il Pulcin della Minerva: pulcin significa porcino riferito all’elefante scolpito da Ercole Ferrara su disegno del Bernini che sembra più un maialino che un elefante. Il lavoro fu commissionato da Papa Alessandro VII Chigi, il quale tra i vari progetti scelse questo perchè gli era stato regalato un elefante dal Re del Portogallo nel 1630, ospitato nel Giardino del Belvedere e molto amato dai romani. In un primo momento questo progetto del Bernini fu ostacolato dal Domenicano Padre Paglia che voleva che l’opera gli fosse affidata, dato che l’obelisco era stato ritrovato nel suo convento: sembra che la posizione dell’elefante, che porge le terga alla chiesa di Santa Maria sopra Minerva, simboleggi proprio tale divergenza.

Epoca

XIX Secolo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “XIX secolo, Coppia di candelabri a obelisco, Ceramica e bronzo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.