Francia, XVIII secolo, stile Luigi XVI, Poltrone

Francia, XVIII secolo, stile Luigi XVI, Poltrone

Francia, XVIII secolo, Luigi XVI

Poltrone

(3) Legno e velluto, cm alt. 88 x largh. 65 x prof. 54

 

Francia, XVIII secolo, Luigi XVI

Poltrone

(3) Legno e velluto, cm alt. 88 x largh. 65 x prof. 54

 

Le tre poltrone rappresentano fini arredi di epoca Luigi XVI, in legno laccato con profili dorati, fasce sagomate e centrate da una rosa. Le sedute presentano il marchio “S. Brizard”, celebre maestro ebanista vissuto tra il 1733 e il 1798 e attivo dal 1762. Sulpice Brizard ottenne la carica di falegname il 13 febbraio 1762 e si specializzò nella creazione di arredi appartenenti agli stili Luigi XV (1723-1774), Transizione e Luigi XVI (1774-179)2, in cui il suo talento si espresse al meglio. Caratterizzati da proporzione e raffinatezza nella resa dell’intaglio, le sue produzioni caratterizzarono la Francia dell’epoca. Si specializzò in particolare nella produzione di sedili e poltrone, dalle forme classiche e talvolta più originali, come il l’aggiunta del profilo concavo e non curvo della modanatura anteriore di sedie, poltrone e divani. Le poltrone presentano poi uno schienale cabriolet, ampie sedute, braccioli imbottiti e profili modanati ricurvi centrati da rose intagliate; infine, i sostegni, affusolati, scanalati e rudenti, sono ornati da rose nel risvolto superiore e presentano piedi a spirale, peculiarità della produzione di Brizard.

Questa eccezionale suite di poltrone è un brillante esempio del talento di Brizard, sempre attento all’eleganza e alle proporzioni. Si può solo notare come pochi maestri siano riusciti a spingere fino a lui la finezza dell’intaglio presente nelle sue opere. Si vedano pertanto alcuni esempi, come le serie di sedute conservate presso il Metropolitan Museum di New York. Durante i regni di Luigi XV (1723-1774) e Luigi XVI (1774-1792) la moda e l’arredamento fondevano ideali di bellezza e piacere attraverso le loro forme e abbellimenti. Con le superfici apparentemente fragili e le delicate proporzioni, tavoli, sedie e altri mobili aumentavano l’indulgenza dell’élite in attività rilassanti, promuovendo standard estremamente complessi di etichetta e prestazioni. Per il libertino e la femme du monde del XVIII secolo un’eleganza raffinata e una delicata voluttà si percepivano anche dagli arredi di cui si circondavano, alimentando particolari atteggiamenti di licenziosità amorosa.

Epoca

XVIII Secolo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Francia, XVIII secolo, stile Luigi XVI, Poltrone”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.