Cerchia di Gaspar de Crayer (1582 – 1662)

Annunciazione

Olio su rame, cm 38,5 x 29

Con cornice, cm 53 x 45,5

Cerchia di Gaspar de Crayer (Anversa, 1582 – Gand, 1662)

Cerchia di Gaspar de Crayer (Anversa, 1582 – Gand, 1662)

Annunciazione

Olio su rame, cm 38,5 x 29

Con cornice, cm 53 x 45,5

Il presente rame raffigura l’annunciazione l’iconografia tipica consolidatasi nel corso del quattro e cinquecento. Separare ideologicamente i due personaggi non è solo il giglio, richiamo simbolico alla verginità e purezza di quella che sarà la madre di Dio, ma anche un vero e proprio brano di natura morta: vaso decorato a grottesche con fiori di diverse specie colori. Il carattere divino e spirituale della scena è sottolineato dalla coltre di nubi dorate che accompagnano l’angelo e alcuni gruppi di cherubini che assistono alla vicenda. Apice della composizione che chiude la verticale creata dal vaso di fiori e dal mazzo di gigli è la colomba dello Spirito Santo. 

Stilisticamente l’opera si può annoverare fra le prove di un artista della cerchia di Gaspar de Crayer. 

Artista che, nato ad Anversa nel 1582, studiò pittura presso Michel Coxcie e in seguito all'accademia di Saint Luc a Bruxelles, città in cui rimase fino al 1660, per poi stabilirsi definitivamente a Gand dove morì nel 1662.

Crayer fu uno dei pittori più produttivi e coscienziosi della tarda scuola fiamminga, epigono di Pieter Paul Rubens dal quale derivò diversi motivi iconografici, e di Antoon van Dyck per la cura dei particolari. Fu pittore apprezzato dagli arciduchi Alberto d'Austria e Isabella Clara Eugenia d'Asburgo, sovrani dei Paesi Bassi cattolici, che lo trattarono sempre con gran rispetto. A conferma di tale stima, il Cardinale-Infante Ferdinando d'Asburgo, fratello del re Filippo IV e governatore dei Paesi Bassi del Sud dopo la morte della zia Isabella Clara Eugenia, lo nominò suo pittore ufficiale.

I suoi dipinti si trovano in gran quantità nelle chiese e nei musei di Bruxelles e Gand, non essendoci praticamente cappella nelle Fiandre o nel Brabante che non dichiari di possedere delle sue tele. Tuttavia, fu rinomato anche al di fuori del paese natale e alcune sue opere si possono trovare anche più a sud, ad Aix-en-Provence e ad Amberg, nell'Alto Palatinato.

La sua abilità di artista decorativo è testimoniata dai pannelli realizzati per l'arco di trionfo costruito per l'entrata di Ferdinando d'Asburgo nella capitale fiamminga dopo la vittoria alla Battaglia di Nördlingen. Alcuni di questi pannelli sono attualmente esposti al pubblico nel museo di Gand. Le sue opere migliori sono. La pesca miracolosa, conservata nella galleria di Bruxelles, Il giudizio di Salomone nella galleria di Gand e le Madonne con Santi attualmente al Louvre, alla pinacoteca di Monaco e al Belvedere di Vienna.

L'oggetto è in buono stato di conservazione

Con Ars Antiqua è possibile dilazionare tutti gli importi fino a un massimo € 7.500 a TASSO ZERO, per un totale di 15 RATE.

Es. Tot. € 4.500 = Rata mensile € 300 per 15 mesi.

Es. Tot. € 3.600 = Rata mensile € 720 per 5 mesi.

Per importi superiori a € 7.500 o per una maggiore dilazione nel tempo (oltre 15 rate), possiamo fornire un pagamento personalizzato.

Contattaci direttamente per avere il miglior preventivo.

DIRETTA TV

– DOMENICA 17.00 – 21.00 Dig.terr. 126 + 809 SKY

- GIOVEDI' 21.00 - 24.00 Dig.terr. 134 + 809 SKY

– In streaming sul nostro sito www.arsantiquasrl.com e sui nostri social Facebook e Youtube

Tutte le opere proposte da Ars Antiqua sono vendute corredate di certificato di autenticità a norma di legge e accurata scheda di approfondimento.

È possibile vedere direttamente le opere presso la galleria showroom di Milano, in via Pisacane 55 e 57.

Organizziamo personalmente trasporti e consegne delle opere, sia per l'Italia che per l'estero.

 

Riferimenti Specifici

Menu
Chiudi
Carrello
Chiudi
Indietro
Account
Chiudi
group_work Consenso ai cookie