Pittore tenebroso, Seconda metà del XVII secolo

Pittore tenebroso, Seconda metà del XVII secolo

Filosofo

Olio su tela, cm 112,5 x 112,5 – cornice cm 133 x 133

L’opera esaminata è da riferire alla mano di un pittore dalle variegate formazioni e influenze. I riferimenti più stringenti sono quelli con le opere dei pittori tenebrosi Giovan Battista Langetti (1625-1676) e Pietro Bellotti (1625-1700). Istintivo è infatti il confronto con il Socrate pubblicato nel catalogo della mostra dedicata ai Cento capolavori dalle collezioni bresciane (a cura di Davide Dotti), in cui ben si percepisce sia il presupposto lombardo che gli sviluppi sugli esempi di Girolamo Forabosco e dei tenebrosi. A queste suggestioni si deve altresì ricordare che a Venezia trovarono sempre fortuna gli esempi dei generisti nordici, apprezzati dal collezionismo o diffusi tramite il fiorente commercio di stampe. Discepolo di Girolamo Forabosco, Bellotti pervenne in seguito a uno stile personalissimo, rielaborando elementi e tendenze peculiari della scuola genovese, napoletana (Ribera soprattutto) e fiamminga, nonché del realismo lombardo. Bellotti appartiene a pieno titolo alla corrente dei cosiddetti ‘tenebrosi’, eccellente nei ritratti, era inoltre l’unico, secondo Marco Boschini (1660, pp. 295-297), a saper dipingere sia in modo “diligente”, riproducendo alla perfezione la realtà, sia “de maniera”, ponendosi in tal modo sulla “strada venetiana” tracciata da Tiziano, Tintoretto, Veronese e Bassano. 

Alla sfera delle riflessioni dotte non è estranea la tela in esame, che propone la figura di un filosofo, anziano e immerso nel suo studio, circondato da volumi e dai chiari segnali della meditazione sulla caducità dell’esistenza terrena e sullo scorrere del tempo, come rimandano il teschio e la candela ormai quasi completamente consumata. Significativi sono l’attenzione estrema al dettaglio, per il sembiante carico di forza espressiva, per la naturalezza nella resa della pelle avvizzita e dei solchi marcati dell’età, sul volto come sulle mani nodose solcate dalle vene in rilievo.

Riferimenti Specifici

Menu
Chiudi
Carrello
Chiudi
Indietro
Account
Chiudi